Progetto Interreg - Mare di Agrumi

Progetto Interreg - Mare di Agrumi

In: In evidenza

Simurg partecipa al Progetto "Mare di Agrumi", non perdete gli appuntamenti del 1 e 2 Dicembre..... vi aspettiamo!  

Leggi tutto

Giovani, alcol e stili di vita

Giovani, alcol e stili di vita

In: In evidenza

"Non bere! La vita ti aspetta" E' lo slogan del progetto “Giovani, alcol e stili di vita”. Conoscenza, consapevolezza, coinvolgimento e azione sono le sue parole chiave. Il progetto, promosso dal Comune di Grosseto e dalla Società della Salute COESO, darà infatti vita a un Osservatorio permanente sugli stili di…

Leggi tutto

Come ti muovi in città? Rispondi al questionario del Progetto Modì

Come ti muovi in città? Rispondi al questionario del Progetto Modì

In: In evidenza

    Promuovere la mobilità sostenibile sul territorio attraverso interventi che incrementano sia l’utilizzo di modalità di spostamento dolce sia lo sviluppo di forme integrate di trasporto pubblico nelle aree a domanda debole. E’ questo l’obiettivo del progetto MODI’ (Mobilità Dolce e integrata), promosso dalla Provincia di Livorno e dai Comuni di…

Leggi tutto

 LIVORNO D’AZZARDO 2017 – UN SOLO VINCITORE: IL BANCO!

LIVORNO D’AZZARDO 2017 – UN SOLO VINCITORE: IL BANCO!

In: In evidenza

Ecco quanto è stato giocato e perduto nel comune di Livorno nei primi sei mesi del 2017 in slot e videolottery, gratta e vinci, giochi a totalizzatore, scommesse sportive, etc…: 113 milioni di euro giocati (711 € per residente) 26,4 milioni di euro persi (166 € per residente)  

Leggi tutto

Nuovo Polo tecnologico di Livorno

Nuovo Polo tecnologico di Livorno

In: In evidenza

Il progetto per il nuovo Polo si basa sul forte richiamo alle radici storiche dello sviluppo economico e sociale della città di Livorno e ai suoi valori di riferimento: l’apertura al mondo, l’unità nella diversità, la proiezione verso il futuro e l’innovazione. L’idea di fondo è ripartire dalle origini, dalle…

Leggi tutto

Laboratori partecipativi

Laboratori partecipativi "Living Lab" di Simurg per il Progetto Europeo ViviMed

In: In evidenza

Proseguono i Living Lab di Simurg Ricerche per il Progetto Europeo Interreg "Vivimed". Francigena e percorsi storici; Camminare pedalare e... mangiare, cantare, disegnare, osservare; Il Fungo e i prodotti tipici della Lunigiana; ecco i temi individuati nel Living Lab #ViviMed di #Pontremoli e sui quali si andranno a costruire nuovi pacchetti…

Leggi tutto

Login form

Inserisci il nome utente e la password

Progetto Alcol

In evidenza

Simurg Ricerche è partner del progetto ODINet che ha come obiettivo primario quello di condurre ricerca e sviluppo finalizzata alla definizione di un nuovo framework tecnologico per l’accesso e la diffusione online di dati strutturati ed eterogenei. Il progetto ODINet è caratterizzato da metodi innovativi per l’individuazione, la catalogazione e la rappresentazione di dati sul Web.

Il Comune di Livorno, accogliendo un'idea progettuale proveniente da cittadini e associazioni livornesi, ha avviato il processo partecipativo “Il futuro è dietro la porta! (a Mare)” diretto alla formulazione di strategie e progetti operativi per lo sviluppo dell’area della Porta a Mare ed i vicini quartieri Borgo Cappuccini, Borgo San Jacopo e San Jacopo in Acquaviva. 

Se vuoi partecipare compila la scheda di iscrizione e contribuisci al futuro della nostra città!

Per maggiori informazioni: http://open.toscana.it/web/livornoportamare/home

Visita la pagina facebook: https://www.facebook.com/portamare

 

 

L.REGIONE TOSCANA 46/2013 SULLA PARTECIPAZIONE: CLICCA QUI E SCOPRI LE OPPORTUNITA' DI FINANZIAMENTO PER I COMUNI

La Simurg da quasi 20 anni lavora nell’ambito della pianificazione territoriale e dell’analisi socio economica a supporto delle Amministrazioni Pubbliche, le imprese e le organizzazioni, coinvolgendo i cittadini e i portatori di interessi (stakeholder)  nelle scelte strategiche di governo del territorio.

Questa impostazione ci ha portato a sviluppare all’interno del nostro team di lavoro una serie di competenze incentrate sulla comunicazione, la partecipazione, la mediazione dei conflitti e la ricerca sociale. Al contrario di molte altre società specializzate principalmente nelle tecniche di partecipazione, noi abbiamo alle spalle una notevole esperienza focalizzata sulla dimensione locale che affre servizi altamente personalizzati in riferimento al contesto territoriale, all'analisi socio economica, agli aspetti normativi in ambito urbanistico e della mobilità.
 

 Servizi

Dibattito Pubblico. E' un istituto oramai consolidato in Francia e Gran Bretagna. ha il compito di garantire la partecipazione del pubblico al processo di elaborazione dei progetti di pianificazione di interesse nazionale. La "nuova" Legge Regionale della Toscana (LR 46/2012) prevede il ricorso al Dibattito Pubblico Regionale da attivarsi nell'ambito di grandi interventi, opere pubbliche o questioni di rilevante impatto ambientale e sociale per la vita dell dell’’intera comunit intera comunitàà regionale.

Public consensus building. Si tratta di un processo finalizzato a mediare i conflitti. E' molto utilizzato negli Stati Uniti, dove, aesempio, l'Agenzia dell'Ambiente lo ha adottato per risolvere svariate situazione di conflitto con la popolazione residente, inoltre è applicato nelle politiche pubbliche e nella progettazione territoriale per raggiungere decisioni democratiche, al fine di garantire un senso di comune appartenenza basato sulla capacità di prendere decisioni. 

Interviste in profondità. Questa tecnica coinvolge i “portatori di interesse” (stakeholder) per dibattere su un determinato tema, al fine di trovare delle soluzioni condivise. La discussione è organizzata dettagliatamente, gli interlocutori sono selezionati con cura, un mediatore professionista assiste al dibattito, modera i toni e focalizza l’attenzione sui temi più importanti. 

Facilitazione: La facilitazione è un processo di guida delle discussioni di gruppo effettuato attraverso un moderatore/facilitatore. Il facilitatore gestisce in maniera efficiente il dibattito che scaturisce tra i partecipanti, migliorando la comunicazione, la conoscenza degli argomenti, la progettualità, il processo decisionale. La facilitazione sta alla base di qualsiasi percorso partecipativo.

Mediazione dei conflitti: Le Amministrazioni devono gestire cambiamenti nell’ambito territoriale e sociale che generano conflitti. E’ quindi importante valutare anticipatamente le motivazioni, la gravità e l’evoluzione delle possibili criticità in gioco. In questo scenario si colloca la “mediazione dei conflitti” che comprende: a) un’indagine preliminare attraverso interviste in profondità; b) la mappatura delle cause del conflitto; c) la mediazione delle controversie al fine di ottenere un consenso generale e condiviso. 

Metodologia

Word Cafè. Il World Café è una metodologia che si ispira ai vecchi caffè creando un ambiente di lavoro che invita i partecipanti ad una discussione libera ed appassionata. La sua particolarità è quella di stimolare discussioni autogestite dai partecipanti all’interno di un quadro comune e sotto la guida di alcune domande di riferimento.

Open Space tecnology. è una metodologia che permette, all’interno di qualsiasi tipo di organizzazione, di creare gruppi di lavoro (workshop) e riunioni (meeting) particolarmente ispirati e produttivi. È stato sperimentato negli ultimi vent’anni in differenti paesi del mondo, impiegato nella gestione di gruppi composti da un minimo di 5 a un massimo di 2000 persone, in conferenze della durata di una, due o anche tre giornate. 

Ascolto. L’osservazione partecipata e l’ascolto sono fondamentali per ogni percorso partecipativo. Si tratta di contestualizzare la situazione, sulla base delle opinioni e delle testimonianze degli attori coinvolti, per poi cercare di chiarire le intenzioni delle parti, adeguando le scelte e le decisioni alle esigenze del contesto, cercando di osservare gli eventi con gli effetti prodotti.

 Metaplan: Nato in Germania, nel 1972, è una metodologia per la facilitazione di gruppi di lavoro, costituita da un insieme di strumenti di comunicazione, tecniche di visualizzazione e di discussione. Prevede un approccio alla soluzione dei problemi basato sulla cooperazione. Caratteristica del metodo è l’avvicendamento tra sessioni plenarie, gruppi di lavoro e lavoro individuale.

Giurie dei cittadini: E’ uno strumento molto utile per dare voce a chi solitamente non partecipa ai dibattiti pubblici, in altre parole ai semplici cittadini che sono estratti a sorte per esprimere delle raccomandazioni su un dato problema di interesse collettivo. Solitamente si tratta di gruppi di 20-30 persone supportate da esperti facilitatori che hanno il compito di coinvolgere, informare, registrare opinioni e soluzioni. I cittadini, alla fine del processo, deliberano in maniera condivisa attraverso un responso che rappresenta un importante orientamento per chi dovrà, successivamente, prendere delle decisioni.  

Sostegno ai percorsi partecipativi

 - Progettazione dei percorsi partecipativi
 - Bandi Regionali: affiancamento amministrativo e metodologico per la presentazione dei progetti
 - Disponibilità di una rete di facilitatori esperti
 - Campionamento per le giurie di cittadini e convocazione dei partecipanti
 - Organizzazione degli spazi fisici e logistica
 - Piano di comunicazione, gestione dei siti web e blog dedicati, produzione di video
 - Gestione dei rapporti con la stampa e gestione dei principali social network
 - Predisposizione di report documentazione e rendicontazione

 
 
  •